Close

PETRA RESKI

“Böse Musik” e la mafia in Germania

In vari articoli, libri e nel mio blog ho documentato le attività di Francesco Sbano. Questo è il testo in italiano della lettera aperta di “Mafia? Nein Danke!” al Haus der Kulturen der Welt che ho firmato. 

Egregio Prof. Dr. Bernd M. Scherer, direttore della Haus der Kulturen der Welt

Ai sostenitori della Haus der Kulturen der Welt per conoscenza: Sig. Westerwelle, Ministro degli Esteri
Sig. Neumann, delegato del Governo per i Media e Cultura

La Haus der Kulturen der Welt a Berlino ha in programma per domenica 27 ottobre 2013, una tavola rotonda sul tema “La musica della mafia” (“Die Musik der Mafia”). Gli organizzatori di tale manifestazione hanno chiamato tra i relatori il fotografo Francesco Sbano, il quale da anni pubblica raccolte musicali di “canzoni della mafia”. Noi siamo profondamente critici nei confronti di questa scelta e vogliamo qui esprimere il nostro dissenso per le seguenti ragioni.

È totalmente assente fino ad oggi nelle opere e nella posizione di Francesco Sbano un punto di vista critico nei confronti del fenomeno mafioso, tanto meno una presa di posizione di estraneità e distanza rispetto ad esso. Ancora una volta nelle canzoni pubblicate da Sbano i gruppi criminali vengono glorificati e giustificati nella loro esistenza come elemento culturale e folkloristico. Egli raccoglie testi che raccontano di mafia e soprattutto dei suoi colpevoli, tagliando così fuori le voci e i punti i vista delle vittime della mafia. In considerazione della sofferenza e dell’immenso pericolo che il rafforzarsi delle organizzazioni mafiose rappresenta per lo Stato di diritto, per il funzionamento del sistema economico e politico fondato su basi democratiche, ciò non può essere tollerato.

Le canzoni pubblicate da Sbano celebrano e mitizzano la mafia, come ad esempio la canzone “Ammazzaru lu Generali”, sull’omicidio del Generale Alberto Dalla Chiesa nel 1982, che recita: “Hanno ucciso il prefetto di Palermo/ non ha avuto neanche il tempo di pregare/ l’hanno mandato dritto al Padre Eterno […] La mafia è una legge criminale/ loro ti lasciano in pace se ne stai fuori/ ma se la vai a stuzzicare/ Allora in quel momento lei si muove/ ma forse Dalla Chiesa non lo sapeva/ pensava tante cose/si sentiva pure troppo sicuro”.Dal momento in cui questi testi si presentano senza alcun commento, permettono una derisione della figura e della vita del generale che ha lottato la mafia a Palermo per dare un futuro alla Sicilia senza più vittime di mafia.

Alla Haus der Kulturen der Welt rimproveriamo la scelta acritica che ha operato, offrendo a Sbano un microfono e una cassa di risonanza per quella già tristemente conosciuta relativizzazione e pubblicizzazione delle attività mafiose che mette in pericolo non solo il governo italiano ma anche le economie pulite mondiali.

In questo modo la Haus der Kulturen der Welt promuove un punto di vista unilaterale e non lascia invece spazio alle altre voci dei movimenti che da anni informano l’opinione pubblica sulle crescenti minacce dalle organizzazioni mafiose.

La Haus Kulturen der Welt alimenta con questo tipo di manifestazione una rappresentazione estremamente semplificata della mafia, rinunciando invece all’opportunità di sviluppare un’analisi più illuminata, come converrebbe in un’istituzione come essa. Questo non è né nell’interesse dell’istituzione stessa, né dei suoi sostenitori.

 

Cordiali Saluti,

Sandro Mattioli, presidente e in nome dell’associazione Mafia? Nein Danke! e.V., Berlino

Bernd Finger, ex direttore della LKA di Berlino, dipartimento criminalità organizzata

Laura Garavini, presidente onorario di Mafia? Nein Danke! e.V, Berlino, e componente della commissione antimafia del Parlamento Italiano

Sonia Alfano, Europaparlamentare e Presidente della Commissione speciale sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro

Petra Reski, scrittrice

Francesca Viscone, scrittrice

Benno Plassmann, 1. Vorsitzender Echolot e.V.

Claudio La Camera, Osservatorio sulla ‘Ndrangheta (Reggio Calabria, Italia)



© Copyright 2021 – Informazioni sul copyright

Tutti i contenuti di questo sito Web, in particolare testi, fotografie e grafica, sono protetti da copyright. Se non diversamente specificato, il copyright è di Petra Reski. Vi prego di contattarmi se si desidera utilizzare il contenuto di questo sito Web. Chiunque violi la legge sul copyright (ad es. Immagini o testi copiati senza autorizzazione) è punibile secondo la Legge 22.04.1941 n. 6338 e L’art. 185 Legge sul diritto d’autore.

Leave a comment

  • PETRA   RESKI    Musica della mafia e realtà
    13. Februar 2014

    […] di presentare la sua visione delle cose – ragione per cui Mafia? Nein Danke! ha mandato una lettera di protesta alla […]

  • Mafia in Europa, Petra Reski: “Per la Germania la mafia è un problema italiano” | Sonia Alfano
    9. Dezember 2013

    […] che “gode la fiducia dei boss” … Cosa posso dire? Di recente abbiamo pubblicato anche una lettera di protesta contro un’iniziativa del “Haus der Kulturen” a Berlino, dove Sbano veniva […]

Your name
Your email address
Website URL
Comment