Close

PETRA RESKI

Lo scaffale


Massimiliano Raffaele ha cercato il mio libro. E ha fatto una scoperta preoccupante.



© Copyright 2021 – Informazioni sul copyright

Tutti i contenuti di questo sito Web, in particolare testi, fotografie e grafica, sono protetti da copyright. Se non diversamente specificato, il copyright è di Petra Reski. Vi prego di contattarmi se si desidera utilizzare il contenuto di questo sito Web. Chiunque violi la legge sul copyright (ad es. Immagini o testi copiati senza autorizzazione) è punibile secondo la Legge 22.04.1941 n. 6338 e L’art. 185 Legge sul diritto d’autore.

Leave a comment

  • avatar image
    Francesco Cirillo
    11. Februar 2010

    Ciao Petra,
    sono Francesco Cirillo, giornalista partenopeo, ti scrivo perché oggi (11/02/2010) mi sono imbattuto in una tua intervista sulla Sueddeutsche Zeitung (faccio una rassegna stampa estera settimanale per un’agenzia) e, incuriosito, ho visto alcune tue interviste pubblicate sul web. Tutte molto interessanti, da cui si evince un vero lavoro giornalistico (a differenza di tanta robaccia presente oggi sia in libreria che su blog e affini…), ma ho notato che parli poco di camorra (un prodotto made in naples), nonstante il fatto che la “nostra” mafia sia molto presente nel tuo paese.
    Di sicuro conoscerai tanti colleghi (anche napoletani) pronti a darti una mano se volessi approfondire l’argomento “camorra”, ma se avessi l’interesse o la necessità di fare qualche domanda in più, sarei più che felice di darti una mano in qualsiasi modo.
    In ogni caso Buon lavoro e glück auf!
    Francesco Cirillo

  • avatar image
    antenor panzer
    15. Januar 2010

    E’ un modo per screditare il valore giornalistico del libro, è come dire “E’ solo politica.” Una strategia astuta.

    Anche per me “Il Ritorno del Pricipe” di Scarpinato è stato un libro importante, una rivelazione: ne ho comprato 10 copie e lo regalato ad altrettanti amici.

  • avatar image
    saskia schumacher
    12. Januar 2010

    Davvero interessante… ma dopo la lettura di Saverio Lodato e Roberto Scarpinato, “Il ritorno del principe”, non mi stupisce più niente.

Your name
Your email address
Website URL
Comment